L'appannamento della maschera

Sull’appannamento della maschera ci pare si debba fare ancora chiarezza. La formazione di condensa all’interno della maschera è dovuta al fatto che all’interno l’aria è calda e ricca di umidità. Il vetro e la gomma della maschera vengono mantenuti freddi dall’acqua che li bagna all’esterno. Questo comporta che sulle superfici interne si formi della condensa; la condensa sulla parte in gomma ci interessa poco, la condensa sul vetro è invece quella che dobbiamo temere.

La maschera non si appanna quando l'interno del vetro è perfettamente pulito: questo permette la formazione di un sottile film d'acqua perfettamente adeso al vetro. Questo sottilissimo strato d’acqua è praticamente trasparente e "assorbe" la condensazione del vapor acqueo presente nel volume interno della maschera e che aderirebbe al vetro appannandolo.
Quando il vetro interno della maschera è "sporco" e non permette la perfetta adesione del film d'acqua, sulle parti dove il film non è presente, l'umidità si condensa aderendo al vetro come sulle finestre d'inverno.
Che fare? Tutte le maschere nuove rilasciano più o meno alcune sostanze utilizzate sugli stampi come smodellanti. Queste sostanze "sporcano" il vetro con quel che ne consegue. Una maschera nuova deve essere lavata accuratamente al suo interno (sapone per stoviglie) eventualmente anche smontandola e pulendo la scanalatura sede delle lenti.
Fatto ciò, eventualmente ripetendo l'operazione una seconda volta, non dovrebbero esserci più problemi e la saliva spalmata all’interno del vetro dovrebbe essere sufficiente a garantire l’adesione del film d’acqua ed un’ottima visuale.
Le tecniche di lavaggio della maschera comprendono l'uso del dentifricio, dell'accendino, degli sgrassanti in polvere e chi più ne ha più ne metta, compresi alcuni folcloristici metodi che non vale la pena citare. In rete, diversi appassionati hanno anche inserito dei brevi filmati esplicativi di queste operazioni. Vanno tutti più o meno bene, basta solo un po’ di cura.
Veniamo ora al caso, non così infrequente, delle maschere che nonostante i diversi sistemi di pulizia non la smettono di appannarsi. C'è solo una soluzione: buttarle via.
Il problema si verifica generalmente quando la catalizzazione della gomma non è avvenuta correttamente; ciò comporta il rilascio perenne di sostanze varie che vanno a sporcare il nostro delicatissimo vetro, impedendo la formazione del magico film.

P.S. ricordatevi di sciacquare il viso prima di mettere la maschera.